Archivio | Comunicazione RSS feed for this section

Expo No Crime. Parte il monitoraggio diffuso contro le infiltrazioni mafiose

7 Lug

L’APPELLO: “Gli arresti a Milano che hanno portato in carcere 15 uomini legati a Francesco Valle (classe 1937), per gli amici Don Ciccio, hanno i soliti disgustosi ingredienti della ‘ndrangheta in Lombardia. Le solite caratteristiche che non dobbiamo mai dare per scontate in una Regione in piena fase di alfabetizzazione, che non dobbiamo stancarci di scrivere, che non dobbiamo smettere di raccontare sui giornali, sui blog, per strada, agli amici, nelle istituzioni. La presa di coscienza deve essere un trauma che distrugge i collusi, condanna gli indifferenti e isola i negazionisti. Continua a leggere

Annunci

Facebook mafia

23 Giu

ANGELO VITALE

I social network: una grande opportunità di comunicazione e di fare rete superando le barriere dell’informazione normalizzata; un nuovo “grande fratello” da cui guardarsi bene per le informazioni sulla privata di ognuno che mette in piazza; una landa sconfinata che consente a tutti di liberare le parti più nascoste di sè, le più recondite fantasie, idee provocatorie o smanie esibizioniste. Non stupisce perciò che almeno 200 gruppi e centinaia di profili celebrino le “gesta” di capimafia criminali e sanguinari, primule rosse e banditi di varia progenie. All’inizio dell’anno scorso, denunciando il fenomeno, il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso aveva ricordato che “non siamo più ai tempi del sasso in bocca. I mafiosi si muovono nel mondo globale a grande velocità, sono sempre i più svelti ad adattarsi alle novità”. Continua a leggere

Il linguaggio segreto della mafia

5 Giu

NINO AMADORE

Le organizzazioni criminali investono tempo e denaro per comunicare. E spesso questo tipo di comunicazione viene interpretata come bizzarria: è il caso, per esempio, dei morti incaprettati o dei morti ammazzati e ritrovati con gli organi genitali in bocca. E si potrebbe continuare ancora. E’ questo un passaggio dell’intervento tenuto da Diego Gambetta, un torinese che insegna sociologia all’università di Oxford, che a questo tema ha dedicato un libro che si intitola appunto Codes of the underworld, how Criminals Comunicate) ovvero “La comunicazione criminale”. Gambetta è intervenuto al Festival dell’Economia che si tiene a Trento in un incontro moderato da Dario Laruffa, giornalista del Tg2. Continua a leggere