Archivio | Zona grigia RSS feed for this section

Lombardia, ‘ndrangheta connection

13 Lug

Lombardia, ‘ndrangheta connection | di Enrico Fierro e Davide Milosa (via Malitalia)

Annunci

Chi c’è dietro quella maschera

11 Lug

ALBERTO SPAMPINATO

Nell’Italia dei depistaggi, delle inchieste insabbiate, della giustizia negata, delle stragi impunite c’è un gioco di maschere e di finzioni, un ballo di spie e controspie che in una regione di confine della guerra fredda qual era la Sicilia ha toccato punte che è difficile immaginare. Citerò due casi emblematici. Fanno capire che la regola universale che dice ”Mai fidarsi delle apparenze” nel nostro paese va rafforzata così: non bisogna fidarsi ciecamente neppure delle personalità che ricoprono delicati incarichi pubblici. Continua a leggere

Expo No Crime. Parte il monitoraggio diffuso contro le infiltrazioni mafiose

7 Lug

L’APPELLO: “Gli arresti a Milano che hanno portato in carcere 15 uomini legati a Francesco Valle (classe 1937), per gli amici Don Ciccio, hanno i soliti disgustosi ingredienti della ‘ndrangheta in Lombardia. Le solite caratteristiche che non dobbiamo mai dare per scontate in una Regione in piena fase di alfabetizzazione, che non dobbiamo stancarci di scrivere, che non dobbiamo smettere di raccontare sui giornali, sui blog, per strada, agli amici, nelle istituzioni. La presa di coscienza deve essere un trauma che distrugge i collusi, condanna gli indifferenti e isola i negazionisti. Continua a leggere

Compagni di merende

6 Lug

ALESSANDRA ZINITI

Il mattone non perde il suo fascino. Lottizzazioni, palazzi, investimenti immobiliari e turistici. Cosa nostra non rinuncia ad investire nell´edilizia e continua a trovare imprenditori disponibili a reinserire nel circuito dell´economia legale i proventi di attività criminali. E quando si tratta di affari – nota il procuratore aggiunto Antonio Ingroia – «i clan mafiosi superano le divisioni». Almeno a giudicare dalla joint venture tra Giacomo Vaccaro, 55 anni, uomo d´onore già condannato per mafia e cognato di Antonino Mangano, reggente di Brancaccio, e due costruttori di Tommaso Natale e Cardillo, Carlo Fasetti e Domenico Licalsi, 51enni, che in molti dei loro cantieri chiamavano come direttore dei lavori l´architetto Giuseppe Liga, l´erede dei Lo Piccolo alla guida del mandamento di San Lorenzo. Continua a leggere

Di sicuro non c’è manco che è morto

5 Lug

GIUSEPPE CASARRUBEA

MARIO J. CEREGHINO

Ricorre oggi il 60° anniversario della “morte” di Salvatore Giuliano. Molti si preparano alla commemorazione dell’evento anche se dovrebbero avere il pudore di tacere, visto che ad essere ricordato è un criminale incallito con quattrocento fascicoli e procedimenti penali aperti sul suo conto. Le accuse: stragi, insurrezione armata contro i poteri dello Stato, assalto contro i lavoratori in festa e le sedi della sinistra politica e sindacale, uccisione di carabinieri e civili, molti del suo stesso paese, Montelepre. Il bandito è trovato morto all’alba del  5 luglio 1950 nel cortile dell’avvocato De Maria, a Castelvetrano. Ma oggi, a distanza di oltre mezzo secolo, forti dubbi nascono sulla “morte” di questo bandito politico che inaugura con  Portella della Ginestra, la lunga catena dello stragismo italiano. Continua a leggere

‘ndrangheta, colpo ai clan. Latitante un sindaco del reggino

23 Giu

Colpo alle più importanti cosche della ‘ndrangheta: 42 affiliati sono stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare eseguita dai carabinieri in Calabria, Lombardia, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna. Tra gli arrestati anche un avvocato, mentre si è reso irreperibile il sindaco di San Procopio, anch’egli tra i destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare. Indagata una trentina di imprenditori collusi. Alle persone coinvolte nell’operazione, denominata Meta, vengono contestati tra gli altri i reati di associazione mafiosa, estorsione e turbata libertà degli incanti. L’operazione, condotta dal Ros di Reggio Calabria e coordinata dalla direzione distrettuale antimafia, ha portato anche al sequestro di beni per circa 100 milioni di euro. Continua a leggere

Una storia di mafia

19 Giu