Archivio | Liguria RSS feed for this section

Il silenzio della vergogna

2 Lug

ALESSANDRO CASSINIS

Un attentato ogni 36 ore, una persona nel mirino ogni 280 abitanti, 305 roghi e devastazioni in un anno e mezzo. Nemmeno di fronte ai numeri del procuratore di Sanremo Roberto Cavallone il questore di Imperia, Luigi Mauriello, ha osato parlare di mafia nel territorio che il governo gli ha affidato : «Singole fattispecie criminose quali la concorrenza sleale, le vendette personali o gli atti di vandalismo». Continua a leggere

Annunci

C’è mafia a Bordighera

2 Lug

Al termine delle indagini che hanno portato agli arresti di otto persone a Bordighera, coinvolgendo componenti delle famiglie di origine calabrese Pellegrino e Valente, di cui alcuni considerati «contigui» alla ‘ndrangheta, e che, secondo le dichiarazioni di alcuni assessori della locale giunta, avrebbero esercitato pressioni sul sindaco e su altri assessori per ottenere l’apertura di una sala giochi e altri favori, i carabinieri del comando provinciale di Imperia hanno consegnato un’informativa al prefetto di Imperia, Francesco Paolo Di Menna, per rappresentare la situazione. L’oggetto dell’informativa riguarda lo «scioglimento dei consigli Comunali e Provinciali conseguente a fenomeni di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso». Continua a leggere

Nord tra mafia e affari

7 Giu

STEFANO FANTINO

Prendiamo due nomi a caso dal cilindro di storie che Roberto Galullo, storica firma del Sole 24 Ore, ha riempito meticolosamente in anni di lavoro. Chi sono Modesto Verderio e Roberto Cavallone? Nomi quasi sconosciuti al grande pubblico, e, non avessi fatto visita al dottor Cavallone in procura a San Remo, lo sarebbero totalmente anche per me. Eppure da queste storie, da questi volti, parte la ricognizione di Galullo sulle tante, ormai troppe, storie di capitali sporchi e società inquinate dalla potenza economica delle mafie. Cavallone e Verderio, sia ben chiaro, sono epitomi di storie positive, volti del cambiamento o potremmo dire della consapevolezza, che il giornalista, apprezzato anche per il suo programma a Radio 24, affianca alle storie e ai volti che quel malaffare incarnano e rappresentano.  Continua a leggere